luglio 26, 2015

Report giorno 7

Lavorare con lentezza, lavorare lentamente

Per far entrare meglio i ragazzi nel mood della slow life, importante collegament il secondo giorno Subioli ha ripescato questa canzone del passato, canzone quanto mai attuale,  ed è subito diventata la colonna sonora dei nostri tavoli di lavoro. Tra un trip e l’altro, tra una parola ed una immagine, tra una riflessione ed un frame, si sente ad un certo punto qualcuno che intona “Lavorare con lentezza senza fare alcuno sforzo la salute non ha prezzo, quindi rallentare il ritmo pausa pausa ritmo lento, pausa pausa ritmo lento..”, il contagio è repentino! La risata anche!

Lavoriamo senza sosta, la fase di ideazione e di progettazione è terminata quasi per tutti. Ora si entra nell’ultima fase, entro questa notte i cinque progetti devono essere completati.
Le idee sono forti, vincenti. L’ultimo step è riuscire a raccontarle. E la comunicazione viaggia sul filo dell’equilibrio: dire è diverso da parlare, altrimenti si adopererebbe lo stesso verbo! usare le parole giuste può modificare radicalmente il modo in cui siamo percepiti, c’è una sottile differenza tra ciò che funziona e ciò che fa crollare anche l’idea migliore .

Quindi non sottovalutiamo il tempo da dedicare alle presentazioni dei progetti.

C’è chi preferisce usare solo le parole, chi aiutarsi con le immagini, chi con un video, chi preferisce affidare agli altri la parola, e allora telecamera alla mano alcuni ragazzi si buttano in strada per intervistare gli abitanti di Lucca.

Ricerca, montaggio si va avanti come treni!
Fino ad oggi i pasti hanno scandito i vari momenti della giornata, oggi non è esistito pranzo o cena, i designers non alzavano la testa dalla propria postazione tanto erano immersi nel loro lavoro, se non x i piccoli cali di zucchero.

Sono ormai le cinque del mattino.
Abbiamo la sensuale ed emancipata Claudia con i suoi nuovi sigari al gelsomino, abbiamo una nuova piattaforma che lancia eventi ed installazioni site-specific presso i vecchi essiccatoi, abbiamo un nuovo prodotto eco sostenibile che utilizza un’ applicazione per scoprire la Toscana, abbiamo un nuovo trend di gente “storta”, e una nuova applicazione all’insegna del movimento lento e della riflessione.
La prima regola, certo, è che si può fare sempre di più e sempre meglio, ma siamo proprio soddisfatti!
Domani il grande verdetto!
Qualche oretta di sonno ce la siamo meritata!
buona notte ai…disegnatori!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Navigando il sito, o scorrendo la pagina, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi