luglio 21, 2015

Report giorno 2

Il caldo di questa notte non ha dato tregua ai più, ma ciò nonostante questa mattina siamo tutti pimpanti. Una bella colazione in giardino e poi pulmino e via, le Manifatture ci aspettano.
Ci introduce in questa visita guidata Sandra Minissi, Responsabile Ricerca & Qualità di MST, ma per noi deliziosa e paziente accompagnatrice;, nonostante onostante le mille domande,  non ha mai perso il sorriso e la disponibilità.

Vecchi strumenti da ufficio, insoliti giochi in legno per testare le abilità delle mani delle sigaraie, antichi rudimenti per il lavoro nei campi, bolle ingiallite scritte a mano con quella tipica grafia dei tempi che furono, ecco ad introdurci in questo mondo è proprio la storia con le sue tradizioni legate alla terra, alla gente, alla pianta del tabacco.

Cambiamo registro, e data storica: è il momento dei maestosi e imponenti macchinari che occupano i grandi locali della fabbrica. Nastri trasportatori, sminuzzatori, essiccatori, umidificatori e questo il travolgente odore perenne ci inebriano inebria dile nostre curiosità.
Srotolandoci anche noi come i sigari in questo percorso di produzione, arriviamo alla parte secondo me più magica di questa lavorazione: le nuove sigaraie.

Serene, concentrate, con abili movimenti delle mani sembrano lavorare la pasta fatta in casa. Si lo so, una si mangia l’altro no, ma la grazia, la pazienza con le quali le donne che abbiamo davanti, ognuna nella sua postazione, preparano il ripieno di questi cannellonidei sigari è la stessa che si potrebbe trovare in un corso di cucina, grembiuli, guanti e cuffiette non mancano, è solo il “filler” a fare la differenza..

È ora di pranzo, la fabbrica va in pausa e questo interessante ed inebriante escursus dalla materia prima al packaging, volge al termine, rientriamo a Lucca.
Panino, caffè e acqua tanta acqua, piccola pausa di riflessione collettiva, (messi orizzontali da qualche parte) e poi tutti giù per terra un’altra volta. Questa volta il team si arricchisce di Alessandra Filippi, Responsabile Marketing dell’Azienda, che ci aveva raggiunto già ieri sera.

Eccolo il tanto desiderato Briefing! Alessandra non si risparmia e ci dedica tutto il tempo a disposizione per una presentazione ravvicinata del marchio che rappresenta. Competente ed esaustiva, ci mette a conoscenza di tutti quei dettagli che possono avvicinarci il più possibile al prodotto: il legame con il territorio, i vari target di consumatori, le varie linee di tendenza del mercato, ma soprattutto i pilastri sui quali si basa la coscienza aziendale, parliamo di Italianità, di Unicità, di Democraticità.

Meditazione e introspezione sono alcune delle chiavi di lettura che potrebbero guidarci nella costruzione di un’esperienza. Così come il rapporto con il territorio e le sue persone, dagli agricoltori, alle sigaraie, ai lucchesi, potrebbero aprirci nuovi percorsi progettuali.

In ultimo, passaggio professionalmente importante per noi, ci ragguaglia sulle linee di strategia che la marcail marchio potrebbe intraprendere per creare nuove e portentose sinergie con il design. D’altronde la mente progettuale di un designer può certamente portare un valore aggiunto al business di un’azienda, qualunque essa sia indipendentemente dal prodotto che tratta.

Alla luce dei nuovi dati si scatena un rimbalzo di domande e delucidazioni. Marco e Francesco come al solito sono abilissimi nel coinvolgere tutti e nel proporre varie piste da seguire. Scarti e biodegradabilità, agricoltura e tipicità, sensi ed esperienzialità, le prime considerazioni prendono forma e le prime ipotesi si affacciano nei vari team, a proposito: ne abbiamo organizzati cinque, quattro da tre persone ed uno da due.
Attendiamo desiderosi i cinque concepts finali!
Siamo tutti curiosi di vedere come andrà a finire!

Ora però rinfreschiamo e rifocilliamo le menti, chi in bici, chi sotto gli alberi, chi per i vicoli cittadini, ce ne andiamo a caccia di fresco, di indizi e di illuminazioni, e di cibo vero s’intende!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Navigando il sito, o scorrendo la pagina, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi